Stemma della 102ª Divisione motorizzata "Trento"
Stemma della 102ª Divisione motorizzata “Trento”

[CC BY-SA 4.0 https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0, via Wikimedia Commons – https://commons.wikimedia.org/wiki/File:102a_Divisione_Motorizzata_Trento.png]

Martedì 13 aprile, con inizio ad ore 20:45, si terrà la videoconferenza dal titolo

“CASERME ED UNITÀ DEL REGIO ESERCITO IN TRENTINO DAL 1920 AL 1943”
a cura del Ten. Andrea NAVARINI.

Come già anticipato al termine della precedente videoconferenza, questo incontro costituisce la continuazione della narrazione della vita militare in Trentino con il subentro alle unità austroungariche di quelle del Regio Esercito, dal novembre 1918 sino al passaggio sotto il controllo del Terzo Reich con la costituzione della Zona d’operazioni delle Prealpi – OZAV – Operationszone Alpenvorland nel settembre 1943.

La videoconferenza sarà trasmessa su Google Meet: chi fosse interessato può richiedere il link, scrivendo a sezione@unuci.trento.it

Tag: , , , ,
Pubblicato in Serate culturali | I Commenti sono chiusi

Martedì 30 marzo, con inizio ad ore 20:45, si terrà la videoconferenza dal titolo “Caserme in Trento in epoca asburgica”, a cura del Ten. Andrea Navarini.

La videoconferenza sarà trasmessa su Google Meet: chi fosse interessato può richiedere il link, scrivendo a sezione@unuci.trento.it

Tag: , , ,
Pubblicato in Serate culturali | I Commenti sono chiusi

Buon anno.   1 Gennaio 2021

Auguri di buon 2021.

Fonte: www.facebook.com/EsercitoItaliano

Il primo post dell’anno nuovo è dedicato alla pagina di gennaio del Calendario dell’Esercito 2021, dedicata alla Battaglia di Governolo (18 Luglio 1848 – Prima Guerra d’Indipendenza).

Il paese di Governolo si trova alla confluenza del Mincio con il Po. Nel luglio 1848, era presidiato dagli austriaci, costituendo una minaccia per l’ala destra dei Piemontesi. All’alba del 18 luglio, i bersaglieri sbarcarono da due grossi natanti sulla sponda sinistra occupata dal nemico e lo attaccarono di sorpresa. La missione era di sbaragliare il presidio e abbassare il ponte levatoio sul Mincio, per consentire alle truppe piemontesi di oltrepassarlo. Il preciso fuoco di artiglieria e di fanteria non permise agli austriaci di contrattaccare, mentre tre squadroni di cavalleria erano pronti a lanciarsi sul ponte, non appena fosse stato abbassato dai bersaglieri. Ciò conseguito, fanti, bersaglieri e cavalieri inseguirono il nemico in ritirata. Al termine dell’azione, vennero fatti oltre cinquecento prigionieri e furono catturati
la bandiera del reggimento “Rukavina”, due cannoni e un cospicuo numero di armi e cavalli.

Chi volesse acquistare il Calendario dell’Esercito 2021, trova tutte le informazioni sul sito dell’Esercito:
http://www.esercito.difesa.it/comunicazione/calendesercito

Tag: , ,
Pubblicato in Celebrazioni, Comunicati | I Commenti sono chiusi